Museo vivente della biodiversità

Museo vivente della biodiversità

Il Museo vivente della biodiversità è nato nel marzo 2018: 1704 alberi di varietà tipiche e autoctone del nostro territorio.

Il frutteto è stato creato grazie al supporto di Treedom: Treedom è una community di persone, aziende e contadini che stanno rendendo il mondo più verde, attuando opere di riforestazione in tutto il mondo, attraverso progetti di agricoltura sociale.

Gli alberi che saranno piantati avranno delle storie da raccontare: abbiamo selezionato tante specie diverse, tutte autoctone del territorio e molte in via d’estinzione, nel senso che la loro coltivazione è andata smarrendosi nel tempo e oggi non se ne trovano più in questa terra. In questo modo andremo a ricreare un pezzo del paesaggio tipico della Piana campana, oggi quasi scomparso in questa parte di territorio, facendo rivivere qui ad Afragola un pezzo di cultura e di storia del territorio.

Un pezzo di storia che è stato dimenticato. Così, queste specie che rivivranno alla Masseria daranno l’opportunità a tante persone di ritrovare un pezzo della storia agricola e contadina del luogo in cui vivono: ecco perché “Museo vivente della biodiversità”.

Fino a ieri un bambino di Afragola doveva percorrere centinaia di chilometri per vedere con i suoi occhi una pianta di azzaruolo, da oggi può trovarla alla Masseria, a pochi metri da casa sua, in un bene confiscato alla camorra.
In questo c'è una sfida molto bella e ambiziosa: far riscoprire la bellezza e dare alle persone la possibilità di riconoscersi in essa, amando il proprio territorio. Pensiamo che questo sia il primo presupporto per creare cittadinanza.

Tra i filari sarà raccontata anche un'altra storia molto importante: quella delle vittime innocenti della camorra e del loro impegno. Saranno narrati e conosciuti attraverso un percorso didattico costruito in collaborazione con il Presidio di Libera di Casoria-Afragola e le scuole del territorio.

Logo Masseria Antonio Esposito Ferraioli
La Masseria Antonio Esposito Ferraioli nasce in un bene confiscato alla camorra ad Afragola.

I nostri contatti

Mail: info@masseriaferraioli.it

Search